Scaricare e caricare i cristalli

La pratica di scaricare e ricaricare i cristalli per eliminare i residui negativi e per ripristinarne la piena capacità funzionale è assai diffusa. È stata introdotta inizialmente da un'autrice americana che fa riferimento a essa definendola "purificazione" e molti hanno appreso ad applicarla dai suoi libri. Tuttavia questa pratica fa parte di una serie di rituali sostanzialmente inutili il cui valore risiede solo nella suggestione e nell'ansia di esser certi che i propri cristalli siano sempre al massimo dell'efficacia.

Si tratta di una pratica che andrebbe sostituita da una maggior cura della propria evoluzione personale, giacché i cristalli lavorano sulla nostra energia e più noi ne abbiamo, meglio è.

In questo sito, al posto della scarica/ricarica dei cristalli si suggeriranno a volte delle pratiche rituali alternative intese a potenziare la sintonia fra la pietra e il suo utilizzatore.

Anche coloro che volessero comunque eseguire le operazioni di carica e scarica dovranno sempre ricordare che i metodi che vengono più frequentemente suggeriti (lavaggio prolungato in acqua, uso del sale, esposizione al Sole, ecc.) sono inappropriati e fortemente nocivi per una serie di minerali. Al riguardo si veda, in questo sito, anche la pagina relativa alla pulizia e manutenzione e si vedano le schede dei singoli cristalli.

Nessuna importanza ha infine il fatto che le nostre pietre vengano toccate da altre persone. Non sono infatti le pietre ad adattarsi per entrare in sintonia con noi, bensì siamo noi che entriamo in sintonia con loro.