Indice dei minerali secondo la classe chimica

Nella cristalloterapia si utilizzano prevalentemente minerali, ma anche un piccolo numero di materiali di altro genere come l'ambra.

La classificazione ufficialmente adottata dall'ente internazionale preposto (l'Associazione Mineralogica Internazionale; sigla: IMA) è detta "di Strunz" dal nome di colui che la propose. Essa si articola in 10 classi di minerali ognuna delle quali ammette poi un certo numero di sottoclassi.

Le classi sono:

  1. Elementi nativi
  2. Solfuri e derivati
  3. Ossidi e idrossidi
  4. Alogenuri
  5. Carbonati e nitrati
  6. Borati
  7. Solfati e derivati
  8. Fosfati e derivati
  9. Silicati
  10. Minerali organici

Per motivi di varia natura (disponibilità, consistenza, ...) la gran parte delle specie utilizzate in cristalloterapia appartengono alle classi degli ossidi e idrossidi e dei silicati. Vi sono tuttavia alcune importanti eccezioni (per esempio la malachite è un carbonato, il diamante è un elemento nativo, l'apatite è un fosfato, la fluorite un alogenuro, ecc.)


Alle 10 classi riconosciute dalla scienza ho ritenuto necessario aggiungerne altre due: quella costituita dai materiali che non sono minerali (per esempio le rocce) e quella dei nomi inventati, dei minerali inesistenti, dei falsi e delle truffe. In questa classe raccoglierò tutto ciò che, a vario titolo, ha caratteristiche così fuorvianti o ingannevoli da non essere inquadrabile come oggetto di una descrizione seria.