Angeli, ma non solo ... (pagina in costruzione)

Molte persone cercano di entrare in contatto con entità angeliche di vario genere. Negli ultimi anni gli angeli, così come i cristalli, i poteri delle erbe, ecc. si stanno moltiplicando a dismisura. Gli angeli si sovrappongono e si mescolano agli alieni; i maestri di una religione a quelli di un'altra, sebbene in vita avessero magari detto cose inconciliabili, gli scritti antichi vengono reinterpretati in un miscuglio di astrologia, medicina, Cristianesimo, Taoismo, Buddhismo, Induismo, alchimia, botanica, magia e altro ancora.

Questo gran calderone della spiritualità a buon mercato ha un senso preciso: consente a chiunque di ritagliarsi un suo spazio nel business dell'anima senza neppure preoccuparsi di studiare e di prepararsi adeguatamente. Non c'è più bisogno di dire cose vere e non è neppure necessario che siano verosimili. Se una cosa non la si sa, basta inventarsene una nuova.

Anche i "credenti" hanno qualche vantaggio: il più importante è che diventa più facile trovare illusioni che ci aiutino a dimenticare le pene della nostra vita quotidiana.

Per i deboli sembra essere l'ideale: feticci pronti per l'uso e accessibili senza sforzo (tranne qualche piccolo costo qua e là). E quando un feticcio si rivela inefficace ce n'è sempre un altro a portata di mano. Il problema è che queste illusioni sono, appunto, illusioni. Durano generalmente poco e comunque non risolvono nulla. E il motivo per cui non risolvono nulla è che non cambiano ciò che abbiamo dentro. Ci promettono una magica soluzione esterna: un angelo, una formula magica ... oppure dieci angeli o cento.

Eppure queste vane illusioni sono ciò che la maggior parte delle persone, pur senza rendersene conto desidera. Naturalmente nessuno ama nutrirsi di illusioni in modo consapevole, ma per risolvere il problema basta chiudere gli occhi e far finta che le illusioni siano realtà.

Le anime più forti, le menti elette tuttavia hanno bisogno di nutrirsi con cibi più consistenti. Esse non si accontentano di sperare in una soluzione esterna per i problemi spiccioli di ogni giorno, ma hanno bisogno di dare un senso profondo all'esistenza. E per ottenere ciò sono disposte a faticare, impegnarsi e sacrificarsi. Non temono la solitudine, non sono schiave del sesso o del bisogno di appagamento, sono disposte a faticare per superare i dubbi, le crisi e le incertezze.

Queste anime talvolta si servono anche di strumenti come le illusioni, ma non dipendono mai da esse e possono abbandonarle senza voltarsi indietro ogni volta che salgono un nuovo gradino e si ritrovano al di sopra di esse.